Dark Mode Off / On

” – Dobbiamo andare e non fermarci finché non siamo arrivati.

– Dove andiamo?

– Non lo so, ma dobbiamo andare.”

Jack Kerouac

Ho già ripetuto una miriade di volte quanto io sia legata alla mia terra, al mio paese natale e quanto sia felice di poter condividere finalmente con tutti voi le innumerevoli cose belle a pochi passi da noi.

Mi sono presentata dicendo che non servono migliaia di chilometri, che non serve andare lontano ed è sostanzialmente vero.

Ma a volte di qualche chilometro in più c’è bisogno.

C’è bisogno di allontanarsi un po’ più del solito, un po’ più in là di casa e dei luoghi che rappresentano la nostra comfort zone.

E questo semplicemente a causa di quell’istinto primordiale che appartiene a tutti noi: l’istinto di scoprire, esplorare, evadere, conquistare.

Quel richiamo fortissimo che avvertiamo improvvisamente dentro di noi e che sembra dirci di mollare tutto e andare

E fa bene cambiare prospettiva, fa bene incontrare nuove culture, fa bene incontrare storie diverse dalle nostre.

E’ proprio necessario alle volte.

Andare, andare lontano e andare ancora più lontano dalle nostre radici.

Adoro viaggiare, come sicuramente molti di voi, ma una delle cose che apprezzo di più in un viaggio è forse a tratti inaspettata: è il ritorno.

Apprezzo il ritorno, terribilmente.

Sia chiaro il viaggio me lo godo a pieno!

A partire dall’adrenalina della partenza, alle nuove scoperte fatte di giorno in giorno, ai magici momenti che solo il trovarti sotto cieli diversi sa regalarti.

Ma poi arriva lui, il ritorno.

Dopo tanti giorni fuori scatta qualcosa.

Il bisogno, la necessità di riconoscersi, di riprendere i propri ritmi, rivedere i propri affetti, di tornare a casa.

Ed questo il bello del viaggio forse: tiene in vita la nostra capacità di osservare, la nostra vitale curiosità, ci porta a scoprire terre lontane, inaspettate e che mai avremmo immaginato di poter camminare.

Ma ci fa anche apprezzare ciò che di bello abbiamo nella nostra vita, facendocene sentire la mancanza in qualche modo.

E dopotutto, se è vero che il viaggio ci dà forma, a noi non resta che andare!

14 Commenti

  1. Brava Meli. Ti auguro di fare tanti viaggi e di esplorare nuovi orizzonti e nuove terre, conoscere altre culture, lingue, che arricchiranno Il tuo cuore, anima e aiuteranno ad espandere sempre di piu la tua visione bella della vita My love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Melissa De Pasquale

Melissa, giornalista pubblicista e storyteller. Vi racconto l’Italia autentica attraverso i miei viaggi a cavallo e i miei itinerari slow tra storia, borghi e natura. Vivete insieme a me questa avventura!

error: Content is protected !!